Cura e trattamento Ernia Inguinale

Per ernia inguinale si intende la protrusione e fuoriuscita di un tessuto dalla cavità che generalmente lo contiene. In particolare nel caso ad esempio dell’ernia inguinale si tratta di una fuoriuscita di una porzione di intestino o semplicemente del grasso che lo avvolge attraverso un’area di debolezza della parete addominale oppure attraverso un orifizio o canale naturale. Il nome ernia deriva dall’aspetto a “bocciolo” che prende la regione anatomica interessata dalla protrusione erniaria.

 

L’ernia inguinale si presenta infatti come un rigonfiamento, talvolta molto dolente e dolorabile, che aumenta di dimensioni in seguito a sforzi fisici, colpi di tosse o semplicemente in seguito al mantenimento prolungato della stazione eretta mentre tende a ridursi di dimensioni in seguito all’assunzione della posizione sdraiata tanto più se si associa un massaggio che ne favorisca il ritorno alla propria collocazione naturale.

Le ernie inguinali si possono grossolanamente distinguere in congenite (dovute ad un arresto dello sviluppo della parete addominale con persistenza di orifizi che favoriscono la formazione di ernie) e acquisite (ovvero da debolezza o da sforzo).

Il trattamento radicale delle ernie è, nella maggioranza dei casi, di tipo chirurgico e consiste fondamentalmente nell’incisione del sacco che contiene l’ernia, nella conseguente riduzione in addome del materiale che costituisce l’ernia stessa e alla fine nella sutura della “porta erniaria” (il foro che ha consentito la fuoriuscita del materiale) con rinforzo della parete indebolita mediante l’utilizzo di materiale protesico ovvero di una sottile “rete” che stimola i tessuti a produrre una robusta cicatrizzazione in modo da evitare che il problema si possa ripresentare.

 

La chirurgia dell’ernia inguinale si rende necessaria soprattutto per evitare di andare incontro alla sua complicanza più frequente e cioè ”l’intasamento” o “strozzamento” del contenuto erniato; tale complicanza se trascurata potrebbe rendere necessario procedere alla resezione di una parte di intestino sofferente qualora la protrusione prolungata dello stesso attraverso l’orifizio erniario ne abbia determinato una sofferenza ischemica.

 

Diventato ormai obsoleto il concetto che “qualunque” ernia di qualunque paziente possa essere trattata con un’unica tecnica chirurgica, utilizzando un “qualunque” tipo di protesi, si è finalmente diffusa negli ultimi anni la convinzione  che quella dell’ernia deve essere più che mai una chirurgia “su misura” definita Tailored Hernia Surgery.

Tale approccio ha l’obiettivo di adattare l’intervento al tipo di ernia ed al tipo di paziente.

Bisogna infatti tener presente che si tratta di patologie che per la gran parte delle volte interessano pazienti giovani o di età non avanzata   che hanno dunque una vita sociale e lavorativa attiva e praticano spesso attività sportiva intensa.

In base alla tipologia del paziente (alto, basso, magro o sovrappeso, sportivo o sedentario) andrà scelta la protesi più appropriata in termini di dimensioni, spessore e pesantezza del materiale e composizione del materiale stesso (riassorbibile o non riassorbibile).

E’ importante dunque mettere il paziente in condizione di riprendere il prima possibile una normale attività lavorativa e la propria vita privata.

Tutti gli sforzi praticati in questi ultimi anni nello studio di materiali innovativi, sempre più leggeri a parità di forza tensile, hanno avuto l’obiettivo di offrire al paziente un intervento che metta al riparo da recidive e allo stesso tempo incida minimamente sulle condizioni generali tanto da essere praticato in regime ambulatoriale. Un ruolo fondamentale gioca in tal senso la diffusione dell’anestesia locale che viene praticata dal chirurgo stesso associando eventualmente una blanda sedazione.

Tale scelta anestesiologica consente inoltre di evitare gli effetti indesiderati che talvolta compaiono dopo altri tipi di anestesia.

Presso lo studio privato del Dott. Marrosu è possibile eseguire la correzione chirurgica delle ernie inguinali e delle ernie della parete addominale utilizzando la più vasta gamma e la miglior qualità delle protesi attualmente in commercio. La procedura viene eseguita in anestesia locale consentendo un’immediata dimissione del paziente al proprio domicilio non appena terminato l’intervento chirurgico.

Vuoi contattare il Dott.Marrosu o vuoi prenotare una visita? Compila il form sottostante o apri la chat di whatsapp e parla subito con noi.

    Dichiaro di aver ricevuto, letto e compreso l’informativa sulla privacy ai sensi del Reg. UE 2016/679 (Art. 13) e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali.
    Esprimo in modo consapevole e libero il consenso al trattamento per le seguenti finalità:
    Dar seguito alla corrispondenzado il consensonego il consenso
    Marketingdo il consensonego il consenso